Banner Waterfalls

Guida alle cascate più spettacolari del mondo

Reboanti masse d’acqua in caduta libera, le cascate sono uno dei fenomeni naturali più affascinanti del pianeta. Dalle iconiche cascate del Niagara in Nord America, alle scenografiche cascate Iguazú tra Argentina e Brasile, passando per Islanda e Cina; ecco un viaggio alla scoperta delle cascate più spettacolari del mondo.

Le cascate del Niagara. Foto: iStock/ValentinaFa

Le cascate del Niagara – USA / Canada

Le cascate del Niagara formano un confine naturale tra la provincia dell’Ontario in Canada e lo stato di New York negli Stati Uniti. Sono costituite da tre cascate separate: Bridal Veil Falls, American Falls e Horseshoe Falls (note anche come Canadian Falls). Quest’ultima è alta 54 metri e larga 920 metri, guadagnandosi il primato per grandezza. I turisti possono ammirare le cascate del Nord America con un piccolo viaggio in battello a vapore: il Maid of the Mist, che permette un incontro ravvicinato con la potenza dell’acqua in caduta libera. Indispensabile un giubbino impermeabile e una macchina fotografica altrettanto impermeabile! 

Angel Falls. Foto: GettyImages/Jay Dickman

Angel Falls – Venezuela

In Venezuela, nel cuore impenetrabile della foresta pluviale, si trovano le Angel Falls: le cascate più alte del mondo. La popolazione indigena locale, i Pemon, hanno rinominato le cascate Kerepakupai Meru ossia il punto più profondo della regione, a simboleggiare quanto remota sia questa meraviglia naturale. Questo angolo di foresta pluviale fu scoperto solo negli anni ‘30 del Novecento, dopo che l’aviatore americano Jimmie Angel, in cerca d’oro si imbatté in questo spettacolo della natura. Le Angel Falls vantano una caduta libera di 807 metri, per cui migliaia di litri d’acqua si perdono prima ancora di toccare il suolo. Uno spettacolo difficile da raggiungere, ma come tutti i tesori naturali,la vista è degna dell’impresa.

Le cascate Victoria. Foto: GettyImages/Kelly Cheng Travel Photography

Le cascate Victoria – Zimbabwe / Zambia

Le cascate Victoria, al confine tra Zimbabwe e Zambia, sono il risultato mozzafiato del quarto fiume più grande dell’Africa, lo Zambesi, che si schianta da 108 metri d’altezza. Durante la stagione delle piogge possono cadere oltre 9 mila metri cubi di acqua al secondo in questa zona dell’Africa, creando una nuvola d’acqua che si estende per circa 1,5 chilometri.  Non stupisce quindi che in lingua locale (Kalolo-Lozi), le cascate Victoria si chiamino Mosi-oa-Tunya, ossia “il fumo che tuona”. Gli amanti dell’adrenalina possono nuotare nella cosiddetta Devil’s Pool (la piscina del diavolo): una piscina naturale nella montagna, a pochi metri dal tuffo verticale. 

Le cascate Iguazú. Foto: iStock/RicardoKuhl

Le cascate Iguazú – Argentina / Brasile

“Mia povera Niagara!”. Sembra che Eleanor Roosevelt abbia esclamato questa frase la prima volta che ha visto le cascate di Iguazú. E possiamo capire il perché! Durante la stagione delle piogge, le cascate di Iguazú sono composte da ben 275 cascate che avvolgono la parete rocciosa lunga tre chilometri, il che si traduce in un volume totale di 45.700 metri cubi di acqua al secondo! Le cascate del Niagara, in confronto, sono solo un terzo. Tuttavia, anche le cascate del Sud America formano un confine terrestre naturale, tra Argentina e Brasile. Sul lato brasiliano, c’è una passerella che conduce a piedi nel cuore del canyon da cui si gode una vista eccezionale, oppure sono organizzati tour guidati in elicottero. L’Argentina, invece, ha vietato tutto il traffico di elicotteri per proteggere la flora e la fauna della zona.

La spettacolare bellezza delle cascate dell’Iguazú non è passata inosservata ai registi di Hollywood. Le cascate hanno fatto da cornice a scene mozzafiato di numerosi film, da vari James Bond a Indiana Jones, passanto per la Pantera nera della Marvel. 

Seljalandsfoss. Foto: iStock/DieterMeyrl

Dettifoss, Gullfoss and Seljalandsfoss – Islanda

Se esistesse al mondo una terra delle cascate, sicuramente sarebbe l’Islanda. Questa piccola isola vulcanica nel nord dell’Atlantico offre il clima perfetto per questo fenomeno naturale, con quantità estreme di pioggia e acqua derivata dalla fusione dei numerosi ghiacciai. Si stima che l’Islanda abbia circa 10.000 cascate. Nella regione est, scarsamente popolata e più sterile, si trova Dettifoss: la più grande cascata d’Europa. Viaggiando lungo il Golden Circle, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, si raggiunge il favoloso Gullfoss (le cosiddette “cascate d’oro”). Tra le mete preferite dagli escursionisti c’è Seljalandsfoss sulla costa meridionale dell’isola. Grazie a un percorso tracciato è possibile passare dietro la cascata e ammirarla da una prospettiva decisamente insolita.

Huanggoushu. Foto: GettyImages/ViewStock

Huanggoushu – Cina

Anche in Asia esistono cascate spettacolari. Tra tutte primeggia Huangguoshu, la più grande di tutto il continente. Questa bellissima cascata è una delle destinazioni turistiche più famose della Cina sudoccidentale – le autorità turistiche cinesi hanno valutato la bellezza della zona “AAAAA”, ossia con il più alto riconoscimento. Huangguoshu è costituita da 18 diverse cascate, di cui la principale è alta ben 78 metri. I turisti possono scegliere tra vari percorsi a piedi, per ammirare il fenomeno naturale da vari livelli e prospettive. Imperdibile una visita alla grotta Shui Liandong, che secondo la leggenda avrebbe dovuto essere la dimora del protagonista del classico di Wu Cheng “Il viaggio verso l’ovest”.